Annunci

Expiration of Presidential Proclamation 10052

2 Aprile, 2021

Presidential Proclamation 10052, which temporarily suspended the entry of certain H-1B, H-2B, J (for certain categories within the Exchange Visitor Program), and L nonimmigrants, expired on March 31, 2021.

Visa applicants who have not yet been interviewed or scheduled for an interview will have their applications prioritized and processed in accordance with existing phased resumption of visa services guidance. Visa applicants who were previously refused visas due to the restrictions of Presidential Proclamation 10052 may reapply by submitting a new application including a new fee.

Estensione dell'Idoneità all'Esenzione dal Colloquio

16 Marzo, 2021

Il segretario Blinken, in accordo con il Dipartimento di Sicurezza Nazionale, ha temporaneamente esteso la facoltà dei funzionari consolari di esonerare dall'obbligo del colloquio di persona coloro che richiedono un visto di non immigrazione nella stessa categoria. In precedenza, solo i richiedenti il cui visto di non immigrazione era scaduto entro 24 mesi potevano beneficiare di una esenzione dal colloquio. Il Segretario ha temporaneamente esteso il periodo di scadenza a 48 mesi. Questa procedura sarà in vigore fino al 31 Dicembre 2021. Tale modifica consentirà ai funzionari consolari di continuare la lavorazione di determinate domande di visto di non immigrazione, limitando il numero di richiedenti che devono presentarsi in una sezione consolare e riducendo così il rischio di trasmissione del COVID-19 ad altri richiedenti e al personale consolare. I viaggiatori sono incoraggiati a consultare il sito web della più vicina ambasciata o consolato degli Stati Uniti per informazioni dettagliate su quali servizi sono attualmente disponibili, nonché informazioni sull'idoneità e istruzioni su come richiedere un visto senza un colloquio.

Revoca del Proclama Presidenziale 10014

26 Febbraio, 2021

Il 24 febbraio 2021, il presidente Biden ha revocato il Proclama Presidenziale (PP) 10014, intitolato "Proclama per la sospensione dell'ingresso di immigrati che rappresentano un rischio per il mercato del lavoro statunitense durante la ripresa economica in seguito all'epidemia di COVID-19". I richiedenti di visto di immigrazione che erano stati interessati da questo proclama devono rivedere le istruzioni disponibili su https://travel.state.gov/content/travel/en/News/visas-news/rescission-of-presidential-proclamation-10014.html.

I CDC estendono l’obbligo del test COVID-19 negativo a tutti i passeggeri aerei che entrano negli Stati Uniti

2 Febbraio, 2021

A partire dal 26 gennaio, i centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) richiederanno a tutti i passeggeri aerei che entrano negli Stati Uniti di presentare un test COVID-19 negativo (un test di rilevamento virale per SARS-CoV-2 approvato o autorizzato dall'autorità nazionale competente), effettuato entro 72 ore dalla partenza. Le compagnie aeree devono verificare che il risultato del test sia negativo per tutti i passeggeri prima dell'imbarco. Le compagnie aeree devono negare l'imbarco ai passeggeri se non forniscono la documentazione di un test negativo o di guarigione. Questo requisito è separato dalla procedura di richiesta del visto. Tutti i proclami presidenziali che limitano i viaggi a causa del COVID-19 rimangono in vigore e continuano ad essere applicati ai viaggiatori interessati, indipendentemente dai risultati dei loro test o dallo stato di vaccinazione. Anche i viaggiatori in possesso di una deroga per interesse nazionale (NIE) sono soggetti all’obbligo dei test da effettuare prima della partenza. Per ulteriori informazioni sulle deroghe all'obbligo di test, fare riferimento alle informazioni specifiche per ogni paese, fornite nei siti web i cui link sono contenuti nella seguente tabella:

Ireland:
https://ie.usembassy.gov/covid-19-information/

Israel:
https://il.usembassy.gov/covid-19-information/

Italy:
https://it.usembassy.gov/covid-19-information/

Jamaica:
https://jm.usembassy.gov/covid-19-information-jamaica/

Kenya:
https://ke.usembassy.gov/covid-19-information/

Kosovo:
https://xk.usembassy.gov/coronavirus/

Mexico:
https://mx.usembassy.gov/u-s-citizen-services/covid-19-information/

Netherlands:
https://nl.usembassy.gov/covid-19-information-3/

North Macedonia:
https://mk.usembassy.gov/covid-19-information/

Paraguay:
https://py.usembassy.gov/covid-19-information-2/

Peru:
https://pe.usembassy.gov/covid-19-information/

Portugal:
https://pt.usembassy.gov/covid-19-information/

Rwanda:
https://rw.usembassy.gov/health-alert-covid-19-information/

Senegal:
https://sn.usembassy.gov/covid-19-information/

Serbia:
https://rs.usembassy.gov/serbia-covid-19-information/

South Africa:
https://za.usembassy.gov/covid-19-information-2/

Spain:
https://es.usembassy.gov/covid-19-information/

Tanzania:
https://tz.usembassy.gov/covid-19-information/

Trinidad and Tobago:
https://tt.usembassy.gov/covid-19-information/

Turkey:
https://tr.usembassy.gov/covid-19-information-2/

Uganda:
https://ug.usembassy.gov/covid-19-information-page/

United Arab Emirates:
https://ae.usembassy.gov/u-s-citizen-services/covid-19-information/

United Kingdom:
https://uk.usembassy.gov/covid-19-coronavirus-information/

Uruguay:
https://uy.usembassy.gov/covid-19-information/

Zambia:
https://zm.usembassy.gov/covid-19-information-2/

Domande e risposte riguardanti l’"Obbligo del test Covid-19 Negativo":

D: Come devono comportarsi i genitori Americani che viaggiano all'estero per completare le adozioni internazionali?

R: I cittadini Statunitensi che completano le adozioni all'estero devono rivedere le regole del CDC che riguardano i viaggi negli Stati Uniti, in quanto esse si applicano sia ai genitori che ai bambini.

D: Il Dipartimento di Stato inizierà a richiedere la prova di vaccinazione o di un test COVID-19 per i richiedenti di visto?

R: Al momento non abbiamo alcuna modifica ai requisiti per i visti da annunciare. Le informazioni relative alle vaccinazioni necessarie per chi richiede un visto di immigrazione possono essere trovate sul nostro sito web: https://travel.state.gov/content/travel/en/us-visas/immigrate/the-immigrant-visa-process/step-10-prepare-for-the-interview/medical-examination-faqs.html.

D: Dato che il CDC ha iniziato a richiedere test negativi per entrare negli Stati Uniti, i cittadini stranieri con test negativo o vaccino saranno in grado di ottenere un visto o entrare negli Stati Uniti anche se normalmente sarebbero limitati da uno dei proclami presidenziali? Se un cittadino straniero ottiene un'Esenzione per Interesse Nazionale (NIE), sarà esonerato dal requisito del test negativo?

R: Tutti i Proclami Presidenziali che limitano i viaggi a causa del COVID-19 rimangono in vigore e continuano ad applicarsi ai potenziali viaggiatori soggetti, indipendentemente dai risultati dei loro test o dallo stato di vaccinazione. I viaggiatori in possesso di un'Esenzione per Interesse Nazionale rimangono inoltre soggetti a tutti gli obblighi applicabili dei test prima della partenza. Per ulteriori informazioni sugli obblighi dei test, vi rimandiamo ai centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC).

D: Se il vostro personale si sta vaccinando, riavvierete i servizi di visto completi in tutte le sedi consolari?

R: La salute e la sicurezza sia del nostro personale che dei clienti rimangono di primaria importanza. Le Ambasciate e i Consolati degli Stati Uniti stanno lavorando per riprendere i servizi di visto ordinari in base alla località, in conformità con i dati di salute pubblica e le condizioni locali. Ripristineremo tutti i servizi in tutto il mondo solo quando sarà sicuro e appropriato farlo. Consultare il sito Web delle singole Ambasciate o Consolati degli Stati Uniti per informazioni sullo stato operativo e sui servizi attualmente offerti.

Le nostre Ambasciate e Consolati hanno messo in atto misure di salvaguardia per mantenere il personale e i clienti al sicuro, inclusa l'implementazione di distanze fisiche nelle nostre sale d'attesa, la pianificazione di un minor numero di colloqui alla volta, la disinfezione frequente delle aree ad alto contatto e il rispetto delle normative locali in materia di salute e sicurezza. Queste necessarie misure di salvaguardia hanno temporaneamente ridotto la capacità di lavorazione dei visti in molte delle nostre Sezioni Consolari, imponendo loro di dare la priorità ai casi più urgenti e di importanza critica. Al fine di proteggere la salute e la sicurezza dei richiedenti di visto, queste misure rimarranno in vigore anche dopo che tutto il nostro personale avrà ricevuto i vaccini contro il COVID-19.

D: Ci sono segnalazioni di cittadini stranieri che si recano in Florida per ricevere vaccini. È consentito dalla legge?

R: La ricerca di cure mediche negli Stati Uniti è consentita per le persone in possesso di un visto turistico valido; è possibile trovare maggiori informazioni al seguente link: https://travel.state.gov/content/travel/en/us-visas/tourism-visit/visitor.html. Per domande riguardanti l'ingresso negli Stati Uniti nell'ambito del programma di esenzione dal visto (Visa Waiver Program), vi rimandiamo al Dipartimento della Sicurezza Nazionale.

Per domande riguardanti l'idoneità delle persone a ricevere il vaccino negli Stati Uniti come parte di un gruppo prioritario, vi rimandiamo alle autorità sanitarie locali.

D: Cosa succederà ai cittadini Statunitensi o ai cittadini stranieri che presentano risultati negativi del test COVID falsi o illegittimi per tentare di entrare negli Stati Uniti?

R: Secondo le disposizioni del CDC, per poter viaggiare i viaggiatori devono presentare alla compagnia aerea un risultato del test verificabile e documentato. Alle persone scoperte ad aver fornito risultati di test falsi o illegittimi può essere negato l'imbarco e / o l'ingresso negli Stati Uniti. Vi rimandiamo al CDC, al Dipartimento della Sicurezza Nazionale e al Dipartimento dei Trasporti per informazioni sull'implementazione.

D: I viaggiatori potranno richiedere al CDC deroghe (esenzioni) dall’obbligo del test per ragioni umanitarie o di emergenza presso le Ambasciate e i Consolati?

R: Deroghe all’obbligo del test possono essere concesse dal CDC su base estremamente limitata, caso per caso, quando c’è necessità di viaggi di emergenza straordinari, come l'evacuazione medica di emergenza per preservare la salute o la sicurezza di qualcuno e il test non può essere completato prima del viaggio. Le persone che ritengono di soddisfare i requisiti troveranno informazioni su come richiedere una deroga di emergenza sul sito web dell'Ambasciata o del Consolato degli Stati Uniti più vicino. Non è possibile richiedere deroghe tramite questa procedura per persone che risultino positive al COVID-19.

D: Se sono vaccinato, devo presentare un test COVID negativo per recarmi negli Stati Uniti? Perché?

R: Tutti i passeggeri di età pari o superiore a due anni sono soggetti alla disposizione, anche quelli che hanno ricevuto un vaccino contro il COVID-19. Per domande sui requisiti dei test, vi rimandiamo al CDC, che detiene le informazioni sui requisiti per la prova del test COVID-19 negativo o sulla guarigione dal COVID-19 per tutti i passeggeri aerei in arrivo negli Stati Uniti e sulle domande frequenti sulla vaccinazione contro il COVID-19.

Proclami Presidenziali sul nuovo Coronavirus

26 Gennaio, 2021

In base ai Proclami Presidenziali 9984, 9992, e 10143, è sospeso l’ingresso ai cittadini stranieri che si sono recati in uno dei paesi elencati di seguito nei 14 giorni precedenti al loro ingresso o tentativo d’ingresso negli Stati Uniti:

  • Sud Africa;
  • Brasile;
  • Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord, esclusi i territori esteri al di fuori dell'Europa;
  • Repubblica d'Irlanda;
  • I 26 paesi che compongono l'area Schengen (Austria, Belgio, Repubblica Ceca, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Ungheria, Islanda, Italia, Lettonia, Liechtenstein, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Norvegia, Polonia , Portogallo, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia e Svizzera);
  • Repubblica Islamica dell'Iran;
  • Repubblica Popolare Cinese, escluse le Regioni Amministrative Speciali di Hong Kong e Macao.

Tra le varie eccezioni alla sospensione dell'ingresso elencate nei proclami, ve ne sono alcune che includono i residenti permanenti legali negli Stati Uniti e determinati familiari di cittadini americani e residenti permanenti legali. A chi risiede, ha viaggiato di recente o intende transitare o recarsi in uno dei paesi sopra elencati prima del viaggio programmato negli Stati Uniti, consigliamo di posticipare l'appuntamento per il colloquio per il visto di 14 giorni dalla partenza dai paesi in questione. Inoltre, se si sono manifestati sintomi influenzali o si ritiene di essere stati esposti al nuovo coronavirus, si consiglia vivamente di posticipare l'appuntamento di almeno 14 giorni.

Visitare il seguente link per ulteriori informazioni: https://travel.state.gov/content/travel/en/News/visas-news/presidential-proclamation-coronavirus.html

Revoca dei Proclami Presidenziali 9645 e 9983

22 Gennaio, 2021

Il 20 gennaio 2021, il Presidente Biden ha firmato un Proclama Presidenziale intitolato "Termine dei divieti discriminatori all'ingresso negli Stati Uniti". Questo proclama pone fine alle restrizioni di viaggio ai sensi dei Proclami Presidenziali 9645 e 9983 che avevano sospeso l'ingresso negli Stati Uniti, in base al tipo di visto, di alcuni cittadini provenienti dalla Birmania, Eritrea, Iran, Kirghizistan, Libia, Nigeria, Corea del Nord, Somalia, Sudan, Siria , Tanzania, Venezuela e Yemen. Si prega di visitare il seguente link per ulteriori informazioni: https://travel.state.gov/content/travel/en/News/visas-news/rescission-of-presidential-proclamations-9645-and-9983.html

Stato operativo dei servizi di visto

2 Gennaio, 2021

L'Ambasciata e i Consolati degli Stati Uniti in Italia non sono al momento in grado di riprendere i servizi di visto ordinari per immigrati e non immigrati. Riprenderemo tali servizi il prima possibile ma non siamo in grado di fornire una data specifica. Se si ha necessità di viaggiare subito per questioni urgenti, vi preghiamo di seguire le indicazioni fornite su https://ais.usvisa-info.com/it-it/niv/information/faqs#need_earlier_appt o (+39) 06 9480 3777 per richiedere un appuntamento di emergenza. Si prega di consultare i seguenti avvisi, che contengono informazioni dettagliate sullo stato attuale dei servizi di visto in tutto il mondo e sulle restrizioni sui visti relative alla pandemia globale COVID-19: https://travel.state.gov/content/travel/en/traveladvisories/ea/covid-19-visa-services-and-restrictions.html.

Estensione della Validità della Tassa di Visto

30 Dicembre, 2020

Il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti è consapevole del fatto che molti richiedenti di visto hanno pagato la tassa di lavorazione della domanda e sono ancora in attesa di fissare un appuntamento. Stiamo lavorando diligentemente per ripristinare tutte le operazioni relative ai visti ordinari nel modo più rapido e sicuro possibile. Nel frattempo, vi assicuriamo che le Missioni Statunitensi estenderanno la validità del pagamento della tassa (nota come tassa MRV) fino al 30 settembre 2022, per offrire a tutti i richiedenti che non sono stati in grado di fissare un appuntamento, a seguito della sospensione delle operazioni consolari ordinarie, un’opportunità di fissare e/o partecipare ad un appuntamento per la richiesta di visto utilizzando la tassa già pagata. Vi preghiamo cortesemente di continuare a monitorare questo sito per avere informazioni su quando ripristineremo le operazioni relative ai visti ordinari.

Informazioni Urgenti per i Richiedenti di visto sul Nuovo Coronavirus

16 Settembre, 2020

A causa della pandemia globale COVID-19, il Governo degli Stati Uniti ha imposto restrizioni e condizioni che potrebbero influire sui viaggi negli Stati Uniti. Si prega di rivedere le informazioni di seguito prima di programmare o presentarsi ad un appuntamento per la richiesta di visto.

Proclami Presidenziali sul nuovo Coronavirus

Estensione della Validità della Tassa di Visto

I CDC estendono l’obbligo del test COVID-19 negativo a tutti i passeggeri aerei che entrano negli Stati Uniti

Revoca dei Proclami Presidenziali 9645 e 9983

Revoca del Proclama Presidenziale 10014

Expiration of Presidential Proclamation 10052


U.S. Visa and Travel Updates

For the latest information from the U.S. Department of State regarding visa issues and travel to the United States, please visit: https://travel.state.gov/content/travel/en/News/visas-news.html.

Informazioni urgenti per i richiedenti il ​​visto

17 Luglio, 2020

A partire dal 20 Luglio 2020, l'Ambasciata e i Consolati Generali degli Stati Uniti in Italia riprenderanno alcuni servizi per i visti di immigrazione e non immigrazione, tra cui gli appuntamenti ordinari per studenti (F e M), per programmi di scambio culturale (J), per investimento/commercio (E), per giornalisti, per persone dalle capacità straordinarie (O) e per atleti/artisti/intrattenitori (P), nonché per i casi di emergenza e di importanza critica. Benché l’obiettivo dell'Ambasciata e dei Consolati sia quello di evadere le pratiche il più rapidamente possibile, potrebbe esserci un incremento dei tempi di attesa per il completamento di tali servizi, a causa di consistenti arretrati. La tassa MRV è valida e può essere utilizzata per pianificare un appuntamento per un colloquio nel paese in cui è stata acquistata entro un anno dalla data di pagamento. Se si ha necessità di viaggiare con urgenza, si prega di seguire le indicazioni fornite sul sito https://ais.usvisa-info.com/it-it/niv/information/faqs#need_earlier_appt o chiamare il numero (+39) 06 9480 3777 per richiedere un appuntamento di emergenza.

VISTI: Esenzioni per Interesse Nazionale per Determinati Atleti Professionisti ed il loro Personale Essenziale e le Persone a Carico

2 Giugno, 2020

Il 22 maggio, il segretario ad interim del Dipartimento della Sicurezza Nazionale (DHS), Wolf, ha firmato un ordine che esonera dai Proclami Presidenziali 9984, 9992, 9993 e 9996 determinati atleti professionisti stranieri che competono in eventi sportivi professionali organizzati da determinate federazioni. Questa esenzione si applica solo a determinati atleti professionisti, personale essenziale, direzioni di squadre e federazioni, coniugi e persone a carico. Le persone che ritengono di poter beneficiare di questa esenzione dovrebbero chiedere al proprio rappresentante della federazione atletica di contattare il DHS per avere indicazioni in merito alla loro esenzione.

  • Se hai un visto valido e hai domande su questo ordine, contatta il tuo rappresentante della federazione atletica per far autorizzare da DHS il viaggio proposto.
  • Se la tua federazione o gruppo atletico è stato esonerato dal DHS e hai bisogno di un visto per viaggiare, segui le istruzioni sul sito web dell'Ambasciata o del Consolato più vicino per completare la domanda e richiedere un appuntamento per il visto.
  • Le Ambasciate e i Consolati hanno annullato tutti gli appuntamenti ordinari per i visti di immigrazione e non-immigrazione a partire dal 20 marzo 2020, ma continueranno a fornire servizi per i visti di emergenza e di importanza critica, qualora le risorse e le condizioni locali lo consentano. I viaggi di persone esentate dal DHS ai sensi di questo ordine possono essere considerati di importanza critica. Si prega di consultare i seguenti avvisi che contengono informazioni dettagliate sullo stato attuale dei servizi di visto in tutto il mondo e le restrizioni sui visti relative alla pandemia globale COVID-19: https://travel.state.gov/content/travel/en/traveladvisories/ea/covid-19-visa-services-and-restrictions.html.

Covid-19 - Servizi di Visto e Restrizioni

21 Maggio, 2020

In risposta alle significative sfide mondiali legate alla pandemia di COVID-19, il Dipartimento di Stato ha temporaneamente sospeso i servizi di visto di routine in tutte le Ambasciate e i Consolati degli Stati Uniti. Le Ambasciate e i Consolati hanno cancellato tutti gli appuntamenti per i visti di routine, sia di immigrazione che di non immigrazione, a partire dal 20 marzo 2020, ma continueranno a fornire i servizi per i visti di emergenza e di importanza critica, qualora le risorse e le condizioni locali lo consentano. Riprenderemo i servizi di visto di routine il più presto possibile, ma al momento non siamo in grado di fornire una data specifica. Per informazioni dettagliate sullo stato attuale dei servizi di visto in tutto il mondo e sulle restrizioni legate alla pandemia globale COVID-19, si prega di consultare le seguenti note: https://travel.state.gov/content/travel/en/traveladvisories/ea/covid-19-visa-services-and-restrictions.html.

Informazioni urgenti per i richiedenti il visto riguardo al nuovo coronavirus

19 Marzo, 2020

Dal 24 Febbraio, l'Ambasciata e i Consolati Generali degli Stati Uniti in Italia di Roma, Milano, Firenze e Napoli stanno annullando gli appuntamenti di routine per i visti di immigrazione e di non immigrazione. Dal 18 Marzo, l’Ambasciata ed i Consolati degli Stati Uniti non accettano domande tramite la Procedura di Esenzione dal Colloquio per tutte categorie di visto. Riprenderemo i servizi di routine per i visti il prima possibile, ma al momento non siamo in grado di fornire una data specifica. La tassa MRV è valida e può essere utilizzata per una domanda di visto nel paese in cui è stata acquistata entro un anno dalla data del pagamento. Se si ha necessità di viaggiare subito a causa di questioni urgenti, si prega di seguire le indicazioni fornite su https://ais.usvisa-info.com/it-it/niv/information/faqs#need_earlier_appt per richiedere un appuntamento di emergenza.

Extension of Validity for Venezuelan Passports

12 Giugno, 2019

As of June 7, 2019 the Department of State recognizes that previously issued Venezuelan passports and “prorrogas” have been extended by decree of interim Venezuelan President Guaido for an additional five years past their printed date of expiration. Passports rendered valid by this decree will be accepted for visa and other consular services.

Informazioni di sicurezza per il colloquio in Ambasciata/Consolato

19 Giugno, 2018

Coloro che richiedono un appuntamento vengono inseriti in una lista di accesso per garantire loro l’ingresso al Consolato all’orario previsto. Prima di accedere agli edifici consolari tutti i visitatori dovranno sottoporsi ad un controllo di sicurezza. L’accesso sarà consentito unicamente ai titolari dell’appuntamento e non ad accompagnatori o interpreti. Non è consentito l’accesso con zaini, borse di grandi dimensioni, valigie, passeggini o altri oggetti ingombranti, in quanto non è disponibile un luogo per il loro deposito. Non è inoltre consentito l’accesso con dispositivi elettronici di grandi dimensioni, come ad esempio computer portatili. Invitiamo inoltre a non portare con sé dispositivi elettronici (tablet/iPad, lettori MP3, telefoni cellulari, smart watches, etc..) che, oltre a rallentare i controlli, saranno trattenuti dalla sicurezza e restituiti all’uscita. L’Ambasciata ed i Consolati Generali declinano ogni responsabilità per gli oggetti trattenuti al controllo sicurezza.